Seguimi su Facebook
Seguimi su Twitter

Shadows in Germania 2017

Shadows in Germania 2017

Italia, Svizzera, Francia ed infine Germania. Queste sono state le nazioni attraversate nel nostro lungo viaggio verso Nord, dove il “Shadows tour” era atteso da tempo. Suonare in questi luoghi è sempre stato magico per la grande accoglienza che ci è stata riservata.

Fin dalle primissime note composte per il nostro nuovo disco abbiamo dunque fortemente voluto presentarlo dal vivo in Germania, davanti ai membri dell’Andrea Carri fanclub e ai nuovi amici che ogni volta si aggiungono ai nostri eventi. Così, già da diverso tempo, queste date erano molto attese e, insieme a Francesco, ho cercato di non far trapelare nulla che potesse svelare il nostro nuovo sound. Così, dopo alcuni mesi di prove ed un viaggio infinito, abbiamo raggiunto la Saarland.

L’accoglienza anche in questi casi è stata sublime, a partire dall’appartamento che abbiamo preso in affitto, in cui alle pareti erano appese alcune foto dei miei precedenti concerti in Germania ed in giro per il mondo…! Inoltre Stefanie (la vera mente dell’Andrea Carri fanclub) ci ha ospitato a cena nonostante fosse parecchio tardi (e se lo è per noi italiani, figuriamoci per i tedeschi!).

Per l’occasione abbiamo preparato due concerti abbastanza differenti, di cui il primo “elettrico” ed il secondo “acustico”.

Venerdì 31 siamo stati accolti a Bietzen (Merzig) da Willi e Norbert, persone piacevolissime che si sono premurate di organizzarci il primo evento, procurandoci tutto il necessario. Il luogo si è da subito presentato magico, con un’atmosfera perfetta per le nostre melodie e la sala è stata riempita in breve tempo da tante persone, fra cui nuovi e vecchi fan.

 Durante la serata abbiamo presentato “Shadows”, suonando molti brani del disco, intervallati da alcune cover e qualche mia composizione più vecchia, eseguita in piano solo. Il pubblico ha risposto alla grande, dedicandoci momenti a dir poco incredibili e mostrando un vivo entusiasmo sia nel Drum Solo di Francesco, che nella nostra versione di “Another Brick in the Wall” dei Pink Floyd. E finito il concerto “ufficiale”, sono seguiti diversi bis, con una sala sempre più carica che non aveva alcuna intenzione di lasciarci andare a dormire. Abbiamo provato emozioni uniche e devo ammettere che questa è stata una delle serate più belle della mia carriera, di quelle per la quale vale la pena lavorare sodo e fare tanti chilometri.

Alla fine ci è anche stata dedicata una standing ovation… e una generosissima somma raccolta grazie alle offerte dei presenti! Inoltre, abbiamo fatto una lunghissima sessione di autografi e foto… momento che amo particolarmente, in quanto mette in contatto gli artisti con il loro pubblico, fatto poco presente nei concerti mainstream. E così, iniziando il concerto circa alle 19 e 30, siamo andati via da Bietzen alle 2 di notte, a conferma di una serata magica!

Per i più curiosi, la scaletta proposta è stata questa:

  1. Universal Gravitation (Shadows)
  2. Whisper (Shadows)
  3. Love (Shadows)
  4. Viva la Vida (I Play Yours, Vol. 1)
  5. Riflessi d’Autunno (Metamorfosi)
  6. Flying Away (Shadows)
  7. The Theory of Relativity (Shadows)
  8. Another Brick in the Wall – Part.II (I Play Yours, Vol. 1)
  9. Yesterday (I Play Yours, Vol. 2)
  10. Time flies (Chronos)
  11. Come Talk to Me (I Play Yours, Vol. 1)
  12. Drum Solo
  13. The Dark Tower – Part V: Wolves of the Calla (The Dark Tower)
  14. Vento dell’Ovest (Partire)
  15. Nyhavn (Shadows)
  16. Feelings (Shadows)
  17. Bad Romance (I Play Yours, Vol. 2) – Encore
  18. Another Brick in the Wall – Part.II (I Play Yours, Vol. 1) – Encore

 

La nostra esperienza tedesca però non è finita qui. Sabato 1 Aprile infatti ci attendeva un House Concert, occasioni in cui, grazie ad un’atmosfera particolarmente raccolta, è possibile sperimentare e presentare brani più intimi. In questo caso, ho scelto di preparare una scaletta composta dai brani di Shadows rivisitati in chiave acustica, uniti ad alcune richieste (“Sunshine after rain” e “Father and son”). In particolare, ho molto apprezzato la magica atmosfera che si è venuta a creare. A inizio concerto infatti mi sono trovato davanti un bellissimo paesaggio, che potevo ammirare mentre ero immerso nell’esecuzione.

A seguire, è piano piano calata la sera, accompagnata dal canto degli uccellini appena fuori dalla finestra, tant’è che in “Sunshine after rain”, brano in cui è presente una base con effetti ambientali, risultava difficile distinguere effetti registrati ed effetti… dal vivo! Il pubblico ha seguito l’intero evento in religioso silenzio, creando un ambiente sospeso, nel quale perdersi in riflessioni o semplicemente lasciarsi andare e rilassarsi… e così è stato anche per noi musicisti.

A seguire, come accade spesso in questi eventi, c’è stato un piacevolissimo momento di condivisione in cui abbiamo mangiato e bevuto in compagnia, scambiando opinioni sul concerto, sui nostri brani, sulla Germania e tanti altri temi di varia natura… amo queste cose!

Sempre per i più curiosi, di seguito riporto la scaletta:

  1. Universal Gravitation (Shadows)
  2. Whisper (Shadows)
  3. Love (Shadows)
  4. Let her go (I Play Yours, Vol. 1)
  5. Sunshine after rain (Metamorfosi)
  6. Flying Away (Shadows)
  7. The Theory of Relativity (Shadows)
  8. Piccola bambina (Partire)
  9. Father and son (I Play Yours, Vol. 2)
  10. Shadows (Shadows)
  11. Drum Solo
  12. The Dark Tower – Part III: The Waste Lands (The Dark Tower)
  13. The Dark Tower – Part I: The Gunslinger (The Dark Tower)
  14. Feelings (Shadows)
  15. Another Brick in the Wall – Part.II (I Play Yours, Vol. 1) – Encore

 

In conclusione, ci tengo a ringraziare tutte le persone venute ai due concerti che ci hanno donato un sorriso, chiesto foto e autografi o semplicemente raccontato le loro sensazioni. In particolare, vorrei ringraziare i miei compagni di viaggio, Francesco, Maria, Andrea e mio papà; Stefanie e Thomas per l’ospitalità e l’incredibile lavoro fatto per averci portato in Germania ancora una volta, grazie veramente di cuore; Willi e Norbert per lo spazio e la serata a Bietzen; Elke, Waltraud, Gaby e tutti i membri dell’Andrea Carri Fanclub.

Ci rivediamo presto!

P.S.: Per chi volesse rivivere la serata… o non fosse stato presente… potete vedere tutto il concerto di Bietzen di seguito, mentre trovate le foto qui e qui.

P.P.S.: E’ presente un articolo (in tedesco) sul concerto di Bietzen. Lo potete leggere qui.

 

No Comments

Post A Comment